Oppoverinoi! – Sequel

Premetto che non intendo che il blog venga strumentalizzato. Domandarsi “Ma questo che c’entra con Lady Oscar?” non è illecito, di solito chi mi legge capisce l’ironia, e il blog, tra l’altro, è fatto di tanti post, e non solo di uno intitolato “Oppoverinoi!” Pare dunque strano che qualcuno entri e si metta a commentare proprio questo tentando di polemizzare, e insista.

Ora, evidentemente, capita invece che qualcuno si metta a seguire i blog per vedere se un certo argomento/articolo di giornale che ha a cuore ha o meno risonanza. Siccome non mi va che questo succeda qui, meno che mai con argomenti per i quali non ho nessun interesse, via tutto, noi non facciamo da cassa di risonanza o da meccanismo di strumentalizzazione per nessuno. A chi vuol vedere se determinati articoli hanno un seguito, consiglierei di fare ricorso ad altri mezzi: non è questa la sede.

Annunci

12 Responses to Oppoverinoi! – Sequel

  1. Raffaella ha detto:

    Per quello che può valere la mia opinione, per me s’era capito benissimo che il tuo post era ironico.
    Tra l’altro, anche a me la capigliatura di Scanu ricorda più Luigi XIV oppure mi fa venire in mente D’Artagnan. Lady Oscar più popolare de I tre moschettieri e del Re Sole? 🙂

  2. fiammy ha detto:

    La presunta popolarità via Twitter:

    uno dei primi giorni in cui Fiorello era entrato nel media Twitter con un proprio account scrisse un semplicissimo messaggio twit con su scritto una cosa come “adesso
    scappo che c’è la replica di Lady Oscar in tv”. Detto fatto, la
    battuta è stata replicata (con il meccanismo del RT o commentando la stessa battuta in qualsiasi modo possibile, anche in negativo) fino a farla diventare TREND prima in Italia e poi (in maiuscolo i termini linguistici che si usano in Twitter) UNIVERSALE. Per un pomeriggio la parola frase o HASHTAG #LadyOscar era una delle parole più twittate. Semplicemente come rilancio di una battuta di Fiorello.
    Di conseguenza, prendere gli HASHTAG di twitter come elemento di “popolarità” o di consenso (stile: “parlatene bene, parlatene male basta che se ne parli”) è tutto tranne che una certezza. Non vale la pena di essere sottolineato in un articolo giornalistico. Il trend di Twitter è effimero, veloce, e sostanzialmente non se ne conosce il reale valore in termini pubblicitari o di popolarità.
    Il “mondo” virtuale di Twitter fa si che una notizia sia importante per mezzora, (il tempo di essere ritwittata qua e là) per poi perdere qualsiasi importanza perchè scavalcata e ritwittata da quella successiva .
    Insomma, Scanu e la sua pettinatura a boccoli (che Lady Oscar non
    aveva, nel disegno, ma che evidentemente ha colpito la fantasia dei
    giornalisti, più che altro, e fatto ridere la gente comune, che l’ha dimenticata un momento dopo) hanno semplicemente fatto sorridere gli utenti italiani del media twitter, per la mezzora/ora di ordinanza.
    Probabilmente l’argomento successivo in TREND sarà stato un gol del Napoli Calcio.-
    Per altro tantissimi anni fa (più o meno negli anni in cui Lady Oscar era estremamente popolare- e vendeva) la cantante Spagna andava sfoggiando un look che citava più “esplicitamente” il personaggio. E non mi ricordo un solo articolo che parlasse di questo. E Spagna vendeva dischi, all’epoca, e non pochi.
    Non credo che Scanu venderà dischi così, e forse l’articolo di partenza gli avrebbe fatto una “pubblicità” migliore parlando di lui o di quello che ha da dire , musicalmente parlando.
    p.s. Più che Lady Oscar la messa in piega di Scanu ricorda Luigi XIV (Re Sole). In ogni caso, appare abbastanza ridicolo.

  3. Silvia ha detto:

    Premessa, non avevo letto la notizia prima (neanche il post precedente) e non l’ho letta ora;
    certo, a sentir accostare Scanu e Lady Oscar, avrei detto “ma che c’entra??”; se l’accostamento è il (citato) paragone dei capelli, non posso che dire “Oppoverinoi” °_°, anzi: “PO’ERANNOI”…
    Francamente si poteva anche trovare un altro termine di paragone per la tal chioma, chessò, Di Caprio nella Maschera del re (porello, almeno era un maschio ^^).
    Epperò, “francamente, me ne infischio” – per citare piuttosto uno dei miei miti cinematografici.
    Anzi, concludo citando il Bardo: “Much ado about nothing”……

  4. corinna martino ha detto:

    Ah. C’era?
    Lo hai nascosto molto bene.

    • lauraslittlecorner ha detto:

      Mi sembra strano dover spiegare i criteri di codifica del linguaggio, ma ci provo: se io avessi voluto dare una notizia generica avrei usato un titolo come “Tizio sceglie un’acconciatura che ricorda Caio”. A me la notizia in sé non interessava. Volendo invece ironizzare sulla risonanza della cosa ho usato una forma volutamente esagerata, addirittura con punto esclamativo e attaccando tutte le parole, con raddoppio della consonante evidenziato nello scritto (come fosse parlato). Non so se servano altre spiegazioni. In altri luoghi in cui ho postato lo stesso link con analogo commento non ci sono stati fraintendimenti, anzi, abbiamo pure valutato a quale dei personaggi di Lady Oscar la chioma somigliasse. Immagino i risultati non interessino. Insomma, occasione di un sorriso, non di una polemica.

  5. corinna martino ha detto:

    Direi niente: si fa semplicemente un paragone riferendosi a qualcosa di culturlamente noto alla maggioranza dei lettori, e infatti per lo stesso identico motivo si nomina anche Shirley Temple. Come quando si dice “una voce alla Janis Joplin” o “una recitazione alla Clark Gable”:

    “…il look con cui il giovanotto si è ripresentato alle folle. Una cascata di boccoli che a molti ha ricordato, alternativamente, Shirley Temple o Lady Oscar. E che fa impazzire twitter, con gli hashtag Scanu e Lady Oscar, appunto, balzati ai primi posti. ”

    Proprio in base a questi riferimenti comuni a tutti si diffondono alcune immagini messe a confronto, tipo la famosissima William e Kate accanto a Cenerentola col Principe Azzurro, o Pippa Middleton con Genoveffa o Anastasia.

    Basta saper interpretare un testo, perciò, e avere un po’ di senso dell’umorismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: