Massimo Rossi su La7d

25 maggio 2013

Stasera su La7d 23,05-00,55 Massimo Rossi nel bel film “L’anniversario” del 1999, di M. Orfini, con Laura Morante e Luca Zingaretti. Vale la pena, guardatelo! Il film è valido e lui molto bravo e naturale.

Annunci

Nuova Gaiden su André

17 maggio 2013

Finalmente materiale originale nuovo su Lady Oscar!
Come si spiega negli articoli linkati qui sotto, per celebrare il cinquantenario di Margaret, magazine di shojo su cui uscì La rosa di Versailles, la Ikeda ha creato una nuova short story di 16 tavole ベルサイユのばら, Versailles no bara che ha come protagonista André bambino, prima che incontrasse Oscar, e viene pubblicata dal 5 aprile 2013 in un albetto allegato al n. 10.
La nuova gaiden ha avuto un gran successo così verrà ripubblicata nel numero 13 in uscita il 5 giugno arricchita di una nuova tavola a colori, con le prime quattro pagine introduttive colorate e con diverso formato.
[Dall’edizione 5 aprile, in attesa di poter consultare quella 5 giugno]. André, in versione bucolica, abbigliato con cappellaccio, fazzolettone al collo, camiciola a quadretti stampati (in stile Michael Landon in La Casa nella Prateria) e perfino zoccoli (o scarpacce strane?), saluta la sua amica perché la nonna lo porta con sé. Lei gli dà un nastro, che la nonna mette in borsa, e lui le dà delle ghiande tipo Scrat (-_-; non sto scherzando ^^). La nonna riveste il nipote come di prammatica, vale a dire con fiocco e giacchetta, e in carrozza lo consola. Anni dopo André, che ha perduto l’occhio sinistro, reincontra piuttosto sorpreso la sua vecchia amica in presenza di Oscar e, allontanatisi i due, lei ricorda il proprio passato.

http://www.comicsblog.it/post/83913/the-rose-of-versailles-lady-oscar-torna-con-una-nuova-one-shot-story
http://www.animeclick.it/news/35226-margaret-festeggia-cinquantanni-con-un-numero-straordinario
 
 
Qui alcune immagini:

Parodia di Lady Oscar a Colorado

16 maggio 2013

Stasera a Colorado su Italia 1, dopo che Fiammetta Cicogna ha dichiarato di apprezzare moltissimo “Lady Oscar”, e, col conduttore, ha parlato di “Lady Oscar in relazione alla Corte di Versailles”,  i Gem Boy (spesso in concerto con Cristina d’Avena) hanno presentato una parodia di “Lady Oscar” basata sulle canzoni degli Abba e con qualche inserto della sigla di Riccardo Zara. Inizia con Oscar (Elena Morali de “La pupa e il secchione”) stravaccata in poltrona a mangiare pop corn e giocare al Gameboy, prosegue con un improbabile Grandier preso a calci (da lei) e finisce col Supertelegattone: “Se vi piace chiamatemi Oscar” – e chi non ci ha scherzato su, in tutti questi anni? -. Video http://www.video.mediaset.it/video/colorado_cafe/sketch/389576/gem-boy.html e audio http://youtu.be/wnE4Ew7KChg


Il ritorno di Lady Oscar

10 maggio 2013

Su Boing -_-;. Dal lunedì al venerdì sera. Quindi. A parte che avrebbero dovuto mandarla su Italia 1 e non su un canale per infanti. Possiamo aspettarci le solite cose che succedono ad ogni messa in onda. Ritorni di fiamma. 😉 Chi, dopo tanto, ritrova una vecchia passione. Visto che per noi non è un ritorno di fiamma ma una cosa che ci accompagna da sempre, siamo qui. Come sempre… 😉 Come disse il Grandier. http://www.movieplayer.it/serietv/lady-oscar_1084/

Posso aggiungere che: 1) Il martedì. Già era un casino quagliare “The Good Wife” e “Masterchef” (noi proletari e guardatori della I serie lo seguiamo proletariamente su Cielo ^^). Come faremo a quagliare pure “Lady Oscar”? Lo so che lo sappiamo a memoria e tutto, ma che cavolo… 2)L’Andrea pensiero. No, non André, Andrea. Cielomiomarito! ^^ Alla frase su Fersen “Il suo destino si sarebbe intrecciato con (…) Oscar e Maria Antonietta”, Andrea ha commentato “Che culo!” 😉 Come non essere d’accordo? Ma, soprattutto, pensando al Grandier! ^^


Ricompleanni

2 maggio 2013

L’altra volta, appurammo che questa è data non ikediana ma tmsiana e che quindi l’autrice preferisce l’altra (ma all’epoca della I messa in onda del cartone, prima della chiusura anticipata, le sue dichiarazioni furono di sostegno alla serie E a Dezaki). 🙂 Non sapendo quale il diretto interessato preferisca, supponendo che non voglia compiere gli anni doppi e doppiamente invecchiare, ma faccia comunque piacere ricevere affetto e magari regali, noi gli auguri glieli facciamo! Anzi, se hai da indicarci qualche altra data, siamo qui, ti festeggiamo volentierissimo! 🙂 Perché non si può che volere bene ad un amico così, una presenza che da tanti anni è lì e ci accompagna, a volte ci conforta, a volte ci fa sorridere, a volte ci fa tenerezza. Non ho scritto, e non a caso, una presenza silenziosa, perché sarebbe difficile pensarlo senza la sua voce, quella di Massimo Rossi. Conosco gli altri doppiaggi, compreso l’originale e non ce la faccio proprio a pensarlo con quelle voci. Semplicemente, non è la stessa cosa. Quindi, un augurio affettuoso ad Andore, che è nelle nostre vite da allora, e anche a chi ha saputo imprimercelo per bene nelle orecchie e nel cuore, Massimo! 🙂 Perché l’umanità di questo personaggio nasce dalle sceneggiature, dalle animazioni chiave, dalla colonna sonora, dal felice adattamento, dalle sfumature di una voce. Così si dà l’anima all’immaginazione.