Site updates: Liberté 2

http://digilander.libero.it/LittleCorner/Maindoujinshi.htm

Disponibile dal 30 settembre 2013, 68 pagine, dedica di Massimo Rossi

cover_2_1_4_sito_discl

13 Responses to Site updates: Liberté 2

  1. Alessia alderucci ha detto:

    Ciaoo Laura, come promesso ecco la mia recensione su Libertè.
    il primo volume che si apre con la scena d’ amore tra Oscar è Andrè l: ho trovata tanto romantica quanto significativa.
    Disegnata bene, esplicita al punto giusto e per nulla volgare.
    Le prime due pagine, ametto di essermi rovinata la sorpresa, avendole recuperate negli anni su internet, sempre in pessima qualità..
    Le altre pagine invece sono state una piacevole scoperta..
    Tornando alla scena iniziale, i disegni sono così dettagliati che i sentimenti dei personaggi (passami il termine) bucano lo ” schermo” atraverso le pagine..
    In ogni disegno, ogni volto, ogni lacrima, ogni loro sguardo,ogni espressione è disegnata talmente bene che i personaggi sono così espressivi, così “umani” e reali che le emozioni che provano, arrivano al lettore, portandoti ad immedesimarti con ciò che prova quel personaggio in quella circostanza.
    L’ urlo disperato di Oscar, mentre ricorda l’ orrore della guerra nei campi di battaglia, vissuto giorno per giorno per quattro lunghissimi anni.
    L’ amore e la felicità scaturita da tale sentimento aiuta ma non cancellerà mai dalla mente, (non del tutto almeno), la scia di morte e distruzione che sia Andrè e Oscar si portano con sé e che hanno dovuto vivere per così tanti anni.
    Oscar infatti è stanca, stanca di continuare a lottare, tutti gli sforzi, tutte le battaglie vinte, sembrano vani se il risultato attuale è che ancora nulla è cambiato anche se qualcosa di diverso si è comunque smosso.
    Nota doverosa da fare, bellissimi i disegni dei cambi da guerra, delle esplosioni, dei paesaggi in generale.
    Molto dettagliate, e rifinite di particolari interessanti..
    Ad un certo punto ti dimentichi che sono disegni,e li consideri come se fossero fotografie storiche realmente esistite.
    Oscar e Andrè non volevano morire in questa guerra anche e soprattutto per vivere più intensamente il loro amore appena sbocciato, ma non volevano solo sopravvivere, volevano soprattutto VIVERE..
    Oscar spesso si chiede se sia stata tutta un’ illusione e se mai tutto questo un giorno cambierà.
    Molto interessante il flashback che ti riporta indietro a quattro anni prima. Ricreando quel momento mancante della Bastiglia, dove Oscar è rimasta ferita ma Andrè a differenza dell’ originale non è mai morto, e prende lui l’ ordine dalla donna che ama di continuare a sparare per abbattere la bastiglia.
    In più a complicare le cose ulteriormente, l’ evento storico realmente accaduto a cui fai riferimento del decreto del 30 aprile 1793 che vieta alle donne di far parte dell’esercito, ed Oscar deve fare i conti con questa amara realtà.
    Facendosi da parte, subendo una grandissima umiliazione, il suo essere donna in questo periodo storico è un problema.
    Ho adorato la sequenza finale (disegno fantastico) dove il generale Delmes ammette che non poteva permettere di fare morire Oscar e Andrè al loro fianco, e di essere stato costretto ad allontarli chiedendo perdono agli dei.
    L’ intervista a Massimo Rossi, è stata una piacevole lettura, lo stimo molto per il suo talento.
    Guarderei un film, solo per sentirlo parlare qualsiasi personaggio interpreti.
    Mi fa piacere che conservi un bel ricordo del personaggio di Andrè dopo tantissimi anni.
    Forse mi sarebbero piaciute più domande a riguardo sul doppiaggio in Lady Oscar.
    Più domande nello specifico, di cosa pensi di questo anime, cosa pensa adesso ma anche all’ epoca che l’ ha doppiato.
    Per quanto riguarda il secondo volume, mi é piaciuto un sacco molto più del primo.
    Piccola mia osservazione personale; rispetto al primo, ho notato i disegni molto più elaborati, si vede che c’ è stata una maturazione artistica nei gli anni di lavorazione tra il primo e il secondo volume.
    E ho apprezzato tantissimo, le molte pagine a colori, se entrambi i volumi fossero stati tutti a colori, sarebbero stati uno spettacolo..😍
    il secondo volume che inizia nel punto esatto in cui è terminato il primo.
    Con Oscar che cerca l’ aiuto di un medico per Andrè che è rimasto ferito, anche se non gravemente..
    Di grande impatto vedere Oscar, piangere per il suo senso di colpa nell’ aver trascinato con sé Andrè ancora una volta, con i suoi problemi alla vista che si ritrova, dopo che il dottore le consiglia in modo brutale, di lasciarlo indietro..
    Menomale che non avete deciso di ommettere ne la quasi cecità di Andrè ne la malattia di Oscar come accade in molte Fanfiction che ho letto dove trovano cure miracolose..l’ ho trovato più realistico, meno fiabesco, e mi è piacciuto.
    Perfettamente nello stile del personaggio di Andrè non voler lasciare la donna che ama, senza poterla seguire.
    I flashback sono sempre meravigliosi, anche se ametto di non aver mai apprezzato gli amori improbabili che la Ikeda pensò per Girodel e Alain nei confronti di Oscar, li ho sempre trovati forzati.
    È un aspetto del manga che non ho mai digerito, e ho apprezzato tantissimo che abbiano scelto invece di ometterli nel anime.
    Però questo è un mio pensiero.
    Anche se confesso che vedere gli occhi tristi di Alain mentre pensa ” non esiste solo Andrè,Oscar ti amo” mi ha fatto un sacco tenerezza.
    Altro flashback che ho adorato in particolar modo è quello del 1791, aver ripreso un momento che esiste già nell’ anime e reinterpretando a modo vostro, la scena dove Andrè e Oscar passeggiano sulla spiaggia.
    Quel momento che Oscar ha sognato tra le lacrime, la prima notte dopo averlo perso..
    Se non ci fossero coinvolti i sentimenti, per Oscar sarebbe più facile prendere delle decisioni razionali, proteggere l’ uomo che ama anche se questo vuol dire separsi da lui, sofrendone quindi enormemente..
    Come Andrè non vuole essere allontanato in quanto cieco, nemmeno Oscar anni fa, ha voluto essere trattata come una malata, vincolata e privata del comando ai suoi soldati, nella sua vita..
    Oscar per quanto avesse trovato la sua serenità nella sua vita affianco all’ uomo che amava..
    Non le basta solo una vita romantica per essere appagata, lontana da quella militare che è una parte integrante e fondamentale della sua esistenza praticamente da sempre..
    Andrè anni fa accettò per la sua sua felicità, tornare alla vita di prima..
    Oscar dovrebbe permettere ad Andrè per lo stesso motivo, di seguirla con lei anche se questo vorrebbe dire metterlo in pericolo.
    La sequenza finale, dove entrambi si dicono di essere preoccupati l’ uno per l’ altra e scherzano tra di loro, è stata molto simpatica..
    Ti ripeto, le pagine a colori le preferisco, sono meravigliose, più particolari..
    Simpatica anche la vignettina, con scritto ” l’ ho disegnato io?
    Evidentemente vi siete rese conto anche voi, della bellezza, e della precisa cura dei dettagli delle ultime pagine..
    E poi gran finale, Andrè e Oscar che corrono felici.
    Molto sentimenti in ballo, curiosità, entusiasmo di vedere come va a finire nel terzo volume..
    Ma aimé purtroppo non è stato ancora ultimato per quello che sappiamo e mi hai raccontato..
    Ma io sono fiduciosa che un giorno con pazienta e dedizione riuscirai a finirlo e a pubblicarlo e io non vedrò l’ ora di acquistarlo..💖
    In conclusione dico che leggere Libertè è stata una bella esperienza, ho potuto immaginare cosa sarebbe potuto succedere se l’ anime non avesse avuto quel tragico finale che tanto ci ha sconvolto eppure tanto ancora oggi ci emoziona..
    Mi piace molto il tuo stile di disegno, i particolari che danno anima, personalità, e sentimento ai personaggi che hai disegnato sulla carta.
    Si vede quanto duro lavoro, impegno e passione tu ci metta dietro..
    E se ci si mette del sentimento in ciò che si crea, chi legge può solo ammirare e lasciarsi emozionare.
    Non vedo l’ ora di acquistare, D’ apres- Arras che ho letto in questi giorni che è appena uscito il terzo volume..
    Quindi il prossimo acquisto, li prenderò tutti e tre insieme..
    Grazie ancora di tutto💗

  2. lauraslittlecorner ha detto:

    Reblogged this on lauraslittlecorner and commented:

    Scrivi qui i tuoi pensieri… (opzionale)

  3. alessandra ha detto:

    Ho già commentato con Laura in privato, ma vorrei dire qualcosa anche qui di questo bellissimo lavoro. In realtà mi sono trattenuta fino ad ora perché quello che ci vorrebbe è una recensione vera e propria, e non un semplice commento sul blog. Però vorrei dire almeno che, di fatto, al di là della simpatia, della collaborazione, dei personali rapporti di amicizia che posso avere con una delle autrici, questo lavoro è OGGETTIVAMENTE bello, e gli va riconosciuto pubblicamente questo merito. Senza sdilinquirmi in giudizi estatici che rischiano di suonare retorici (seppur veri nella contemplazione personale del fumetto, nello sfogliarlo, nel leggerlo, nell’assaporarne l’economia) vorrei almeno dire che ciò che mi ha colpito fino a sorprendermi (e nonostante sapessi bene quanto impegno si stesse profondendo nella realizzazione) è stata la cura assoluta, direi completa del più piccolo particolare. Non c’è niente di casuale in “Liberté”, e non c’è niente di approssimativo. Ogni singolo tratto è così perché così è stato pensato, studiato, disegnato, composto, rivisto, valutato più e più volte. E’ un lavoro di straordinaria professionalità, oltre che certamente bello, emozionante, toccante e tutto quanto di buono si può dire a riguardo. Sono proprio la precisione, il rigore, la competenza, la maestria con cui è stato fatto, che, unendosi alla passione, hanno permesso di realizzare una cosa veramente originale e d’alto livello. Ecco, d’alto livello: è questo che vorrei sottolineare in questo momento, al di là di tutto. L’impressione vera, palpabile, la consapevolezza che scaturisce dallo sfogliarlo di qualcosa di valore oggettivo, di qualità mai vista prima, per lo meno da me, non solo nel settore amatoriale ma in quello professionale. Credo che Laura ed Elena abbiano dimostrato ampiamente quanto la differenza comunemente posta tra amatoriale e professionale possa perdere completamente di significato se si è in grado di dare alle stampe “amatorialmente” una cosa simile. Credo che abbiano dato una lezione memorabile ai disegnatori – diciamo così – di professione, e che chiunque sia dotato non di onestà intellettuale, ma semplicemente di occhi, non possa che riconoscerlo.

  4. Luana ha detto:

    Riservo a Liberté occhiate furtive, quasi timorose. E’ talmente bello, talmente reale, un sogno che credevamo finito anni fa e di cui ora viene offerto il seguito. Mi domando se chi sfoglia le pagine dei due volumetti si soffermi a domandarsi quanta bravura e passione servano per realizzare ogni tratto, ogni immagine. Io lo faccio. E non posso che provare ammirazione, tantissima.

  5. Silvia ha detto:

    Sarà che ci sono più pagine, saranno le fantastiche pagine a colori, trovo che Libertè migliori con gli anni e che la seconda parte sia ancora più bella della prima. Tutto è di qualità, a partire dalla carta, dall’impaginazione, dagli sfondi fino ad arrivare alla trama e al disegno. Oscar e Andrè finalmente di nuovo insieme ma non è un banale ripetizione delle immagini già viste nell’anime: soprattutto nel modo in cui sono tratteggiati loro due, noto un’accurata analisi psicologica e un disegno, frutto di una rielaborazione personale, che li rendono più maturi. I dettagli delle mani, degli sguardi, dei gesti, delle espressioni aggiungono significati ai testi ed esprimono alla perfezione tutta la tensione, erotica e non, tra di loro. Grande il flash back che è la continuazione del flash back della prima parte.
    Un prodotto davvero professionale: grazie, grazie, grazie!

  6. Marilia cataldi ha detto:

    È il senso di appartenenza.
    Qualunque cosa accada non possono separarsi.
    Un destino, una vita insieme, sempre….
    Complimenti!

  7. Donatella ha detto:

    E’ un abbraccio intenso e struggente che cancella la paura… mani aperte che chiedono e accolgono l’amore… parole urlate che poi diventano sussurri… l’amore che vince e pacifica ogni cosa… e finalmente arriva il sonno e il dolce sognare!
    … Qualche immagine e suggestione che mi è rimasta dentro… da Liberté 🙂

  8. karina890 ha detto:

    Reblogged this on costainpianura and commented:
    Per chi ha amato questa storia, è uscita la fan fiction di Laura 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: