I marzo 1982 – again

1 marzo 2014

Un anniversario, in fondo, ricorre una volta l’anno, c’è poco da fare. E io sono qui, in mezzo a suggestioni musicali (come avrete desunto dai post precedenti), a scrivere sceneggiature, a correggere sceneggiature, a perfezionare acquerelli, ad aver paura di accendere il computer tutto il tempo che mi servirebbe e vederlo scoppiare,  a non voler pensare (perché preferisco non sapere) a un bilancio di questi 32 anni (cazzo, quanti sono!) con (senza, visto il finale) la nostra e il nostro!!! 😉 Tra l’altro, a parte i miei personali casini di famiglia per cui danza fu poi abbandonata causa malattia di nonno e conseguente cattività di nonna, mi sono sempre domandata se sarebbe stato lo stesso se, invece di cozzare clamorosamente con gli orari delle lezioni, LO lo avessero trasmesso in altro orario – o i miei si fossero decisi a comprarmi un betamax!!! No, non lo fecero. Ebbi un vhs stereo Philips soltanto nel 1988 e ci registrai Capitan Harlock, Anna dai capelli rossi e poi Fame! Solo dopo, Lady Oscar e Jenny la tennista OAV. E Goldrake. – °_° Io, sinceramente, non lo so. Ma ricordo ancora la corsa, quella sera, per guardarla. Ricordo la luce, attraversando il ponte sul Tronto. Ricordo le pubblicità, intrigantissime, sui giornali e in tv. L’odore della pece e del legno, a danza. La sbarra a terra con le grandi, perché la Signorina – noi chiamavamo così la nostra insegnante – proprio quell’anno aveva deciso di upgradarmi, nonostante me. L’imbarazzo delle prese (appunto, io, che non volevo crescere). Ricordo un sacco di cose. Una volta o l’altra posto le foto delle cassette audio. 🙂 Alessandra, donna coraggiosa, ad Ascoli Games, s’è sciroppata i ritagli di giornale d’epoca. 🙂 Buon anniversario a tutte! Tutti? ^_-;