Fanworks! Ora disponibile!!!

lauraslittlecorner

LUZI_fanworks pub_NEW_75_NEW

In uscita nei prossimi giorni “Fanworks”!

Si tratta di una raccolta di 75 illustrazioni di Laura Luzi, alcune del sito e altre inedite o nuove. Oltre ai propri disegni, Laura ha invitato a partecipare Elena Liberati, con 3 illustrazioni, e Serena Benincasa, con 2. Con un messaggio di saluto di Massimo Rossi.

Il volume ha 76 pagine, in formato A4,  completamente a colori. Le illustrazioni sono realizzate in varie tecniche: pastelli, matite colorate, acquerelli, tempere acriliche, CG, Pantone, Copic. Info qui http://digilander.libero.it/la2ladyoscar/Fanworks/mainfanworks.htm

Laura Luzi è tra le autrici del “Fanart Calendar”, coautrice di “Liberté”, dello speciale Strike Lo Vecchio su Lady Oscar e, prima, di altri lavori in campo doujinshi e fanzine. E’ anche la webmaster del “Laura’s Little Corner“.

Elena Liberati non ha bisogno di presentazioni. Anche lei collabora al “Laura’s Little Corner“, è tra le autrici del “Fanart Calendar”, coautrice di “Liberté”, dello speciale…

View original post 104 altre parole

Annunci

8 Responses to Fanworks! Ora disponibile!!!

  1. 01047911 ha detto:

    Fin dalla primissima volta che ho visto un’illustrazione di Laura ed Elena,mi sono innamorata del loro modo di disegnare.Ho sempre cercato in rete dei loro lavori o notizie.Il loro modo di disegnare è identico a quello di Michi Himeno.I personaggi sono uguali all’anime.Anche la storia è molto coinvolgente.Quando ho avuto in mano in primi 2 numeri di Libertè e il fanwork,sono stata rapita dalle loro illustrazioni.Adoro i disegni pastello e aquarello.Difficile dire quale sia il più bello…Sono tutti stupendi.Bravissime!Continuate così.Spero di vedere presto il numero 3 di Libertè.Sono curiosissima.

    • lauraslittlecorner ha detto:

      Grazie. I pastelli e gli acquerelli sono due dei medium che preferisco. Adoro i colori, materialmente, anche se mi piacciono anche gli esiti del digital painting. So che alla fine escono fanart atipiche, ma spero sempre che il lettore le colga, le intuisca e, dietro i disegni, ritrovi il mio percorso e ne condivida una parte… ecco, spero sempre di riuscire a comunicare. In Fanworks mi sono presa il rischio di farlo. 😉 Erano tanti anni di lavoro. Un disegno è di quando avevo 16 anni, ma lo trovavo ancora buono. Sono andata apposta a casa dei miei a recuperarlo.
      Quanto a Liberté, io sono molto legata a questo progetto, è una cosa molto sofferta, ma per Liberté ho fatto alcuni dei disegni più belli, in termini di espressività, che mi sia capitato di fare. Tra l’altro è buffo: in Alba non ci sono scene d’amore, a differenza di alcuni miei altri racconti, mentre, quando lavoro con Elena, mi viene sempre da scriverle. 😉 Non so perché, ma la ringrazio affettuosamente ❤ – cioè, dev'essere uno strano meccanismo di contraddizione??? Non lo so, fatto sta che funziona così. :).

  2. Donatella ha detto:

    Fanworks è arrivato a casa. 
    Lo prendo tra le mani e lo guardo, mi sembra imponente, incredibilmente colorato, non lo immaginavo così. Avevo in mente Libertè e le sue proporzioni.
    Lo osservo mentre lo scarto con cura, tra i pensieri che gironzolano nella testa e le emozioni che viaggiano tra gli occhi e il cuore.
    Il volume di Laura è ricco di doni che non si possono cogliere semplicemente con uno sguardo: dentro c’è tutta la sua generosa capacità di esprimere e condividere le sue abilità, i sentimenti, le sue esperienze, il tempo, le riflessioni e la passione di tanti anni di lavoro intenso e travolgente. 😉
    Lo sfoglio diverse volte e subito intuisco la complessità di quel lavoro. Perché molte cose mi sfuggono e non riesco ad afferrarle. E, come spesso mi accade quando mi trovo davanti alle diverse storie di vita che incontro e si intrecciano alla mia, mi viene da fermarmi sulla soglia, indietreggiare, accostarmi lentamente, in punta di piedi, con il rispetto dovuto davanti a ciò che non mi appartiene, non si può comprendere fino in fondo, a quel miscuglio di dolore e gioia, sole e vento di ogni esistenza.
    In quelle pagine, tra pennellate e sfumature di bellezza ed emozioni, ci sono sprazzi di vita sparsi qua e là, mondi lontani e variegati che posso solo intuire, immaginare, ammirare. Un mosaico di immagini raccolte nel tempo che nascondono semi della sua storia diventati bellissimi frutti colorati.
    È un percorso che evolve lentamente e per questo dà valore al viaggio creativo.
    Il disegno di Elena è di forte impatto visivo, mi piace la prospettiva da cui guardiamo Oscar e il suo sguardo malinconico che sembra implorare il cielo. E’ il doppio sguardo sulle cose a dare profondità alla vita. La duplice visuale del mondo che sempre ha accompagnato Oscar e André.
    La Oscar di Serena, invece, suggerisce forza, energia, voglia di vivere. Sembra di ascoltare le sue parole, pronunciate con quella voce calda e vibrante, la voce della libertà: “Sento di vivere…”
    Mi ricorda quando, dopo certi momenti un po’ amari, sollevo la testa alla luce, apro le spalle, prendo respiro rubando un po’ di cielo, e lascio andare dietro me ogni cosa, per ridare leggerezza al corpo e alla mente; poi riparto… il peggio è passato!
    Nel libro mi è sembrato di cogliere una trama, una storia dentro la storia, quella reale, umana, personale, intima, di Laura, dentro quella di carta: il percorso di due personaggi immaginari, ma per noi segno e simbolo di un amore autentico, concreto, forte e indissolubile.
    Accanto a scene che esprimono sostegno e malinconia, come quella bellissima in copertina, ho incontrato una coppia serena che sa sorridere e gustare i momenti belli della vita. Ci sono frammenti di intimità, tenerezza, abbracci e sguardi di profonda complicità.
    Colpiscono le due immagini accostate di pagina 60. La prima, il ritratto di una giovane, luminosa e bellissima, in cui Laura è riuscita a dare intensità allo sguardo, a cogliere e rubarle l’essenza.
    Nella seconda immagine c’è una donna piegata dal dolore, spenta, consumata, che sembra sussurrare tra le labbra contratte: io non ne ho più la forza. Un unico corpo, due anime differenti. Due momenti che segnano un confine, un prima e un dopo la morte di André, forse. Ma potrebbe essere il prima e il dopo, l’improvvisamente che irrompe inevitabilmente nella vita di tutti.
    Difficile dire quale disegno amo di più, ma non posso non menzionare quello di pagina 54. Qui Laura ha saputo raccontare in un bacio di spudorata dolcezza, il soffio delicato dell’amore senza parole, tenero e struggente di André per Oscar. Ma che forma ha l’amore? Esattamente quell’immagine, quelle fattezze – mi sono detta.
    Mentre contemplo il disegno a pagina 14, penso, infine, che se Oscar fosse reale avrebbe quel volto incredibile, radioso e abbagliante e, non posso fare a meno di sovrapporre le parole di André: “È bello al di là di ogni descrizione, il suo sorriso è così luminoso, come se accentrasse su di sé tutta la luce del mondo…”

    Mi sento davvero privilegiata, grata e riconoscente con gli occhi e con il cuore, per questo dono e per la vita, un po’ scompigliata, è vero, e con tanti sogni mai realizzati, ma piena di affetti.

    Possiamo insieme immaginare e costruire per noi un futuro più giusto.

    Auguri e felice anno nuovo a tutti!

    • lauraslittlecorner ha detto:

      Grazie. Grazie per ogni parola e pensiero che hai portato qui. Grazie per aver guardato, per esserti incuriosita, per aver capito. Grazie per avermelo scritto. Perché non è che uno non lo sa, cosa ha fatto, ma essere compresi, sapere di essere riusciti a toccare delle corde e di aver comunicato qualcosa, fa comunque piacere. Grazie per quello che hai scritto di Elena e di Serena. 🙂 Penso che a loro farà piacere.

    • alessandra ha detto:

      Fantastico commento, che condivido e sottoscrivo!

    • Serena ha detto:

      Ciao Donatella, ti ringrazio tanto per i tuoi pensieri. Mi hanno molto colpita e ci ho dovuto pure pensare un po’ per compitare una risposta spero non banale. Il fatto è che ci hai preso in pieno, quel disegno è il momento prima di spiccare il volo, una risata liberatoria e ti ringrazio di averlo capito ed esserti immedesimata.
      Grazie anche per quello che hai scritto sulla megaopera della Comare che, ormai lo sappiamo, è abituata a superarsi!

  3. alessandra ha detto:

    Allora, ora so che, dati i miei legami di amicizia personale con Laura, dovrei starmene buona e zitta perché è fin troppo scontato che le dica brava e che la elogi, e magari può anche sembrare che questa sia una cosa organizzata a monte. Ma, dopo aver soppesato bene la questione esaminadola sotto vari aspetti, concludo diplomaticamente che non me ne importa un fico secco e, tanto per esprimermi con caute perifrasi, dico bello chiaro e tondo: “Comprate questo libro”, come ho fatto io. Lo sto sfogliando da tre giorni ininterrottamente, non avevo idea di cosa ci fosse dentro fino a quando non l’ho ricevuto, e posso testimoniare con forza e con convinzione che si tratta di un autentico capolavoro. Non lo sto affermando per assolvimento di un dovere d’amicizia ma nell’interesse degli utenti di questo blog: Fanworks è un vero capolavoro, frutto di una ricerca personale dietro cui si percepisce un percorso di anni, un interrogarsi, un ripensare, un perfezionare, un cercare la strada giusta con incessante e infaticabile passione. Non è una raccolta estemporanea e svogliata di immagini corrive ai gusti semplici e pruriginosi di un presunto possibile “compratore”, ma una cosa del tutto originale e personale, piena di soluzioni inattese, sguardi, situazioni, atmosfere, colori, carte, momenti. E’ bello da levare il fiato, tanto per rimanere in tema, un vero e proprio oggetto artistico. Non ci sono scelte facili ma momenti piccoli, intensi, inattesi, quotidiani: un abbraccio improvviso, un gesto,uno sguardo, una lacrima appena sfumata, una risata spontanea, un incontrarsi di occhi. Vita vera, presa dalla quotidianità e dallo straordinario calore dell’amore che la rischiara. Corpi vestiti su anime messe a nudo fin nella loro più indifesa intimità. Oscar e André su tutto (e si percepisce l’amore sconfinato che Laura ha per André), ma soprattutto un’idea dello stare insieme, una lettura e una rilettura tutta personale di ciò che sono. Un Alain spettacolare, quello di pagina 45, un André tenero e intensissimo (pag. 54-55), due labbra posate piano su una schiena, le ciglia chiuse, una lacrima che si intravede appena. Una risata liberatoria, pag 17, un abbraccio felice, pag. 38, anche se con la tristezza di lui ferito e bendato. La danza, i colori infuocati e accesi dei tramonti, dei controluce, delle notti. Le tecniche, i colori, i pastelli, gli esperimenti diversi sullo stesso tema. E la scelta di come accostare le immagini,la loro successione, il loro rinnovarsi e ritornare. Seriamente, questo album è vivo, palpitante, ricchissimo, realmente pieno di contenuto, da fermarsi a lungo su ogni disegno e sfogliarlo e risfogliarlo. Si ha la netta percezione di qualcosa di valore, di realmente prezioso, Io non so disegnare e non capisco molto di tecniche pittoriche, ma riconosco una cosa bella quando la vedo. Questa è una cosa bellissima, che vale ogni singolo minuto speso per realizzarla, che parla da sola e lascia un’impronta duratura nell’animo di chi l’ha potuta vedere e possedere. Quindi, grazie Laura. Lo so che questa cosa avrà dato gioia per prima a te, nel realizzarla, perché l’hai fatta come “volevi” farla, e si vede chiaramente. Ma è proprio per questo che ti ringrazio, perché è la gioia che hai provato nel disegnarli che ci ha regalato la gioia di sfogliarli e di amarli, ancora una volta, di più. Buon Natale, e buon compleanno, Oscar.

    • lauraslittlecorner ha detto:

      giuro, io non gliel’ho chiesto, ad Alessandra.. 😉 però mi ha letto dentro… ❤
      Grazie. Grazie. Grazie. ❤
      E, anche, il mio grazie a Elena Liberati e a Serena Benincasa, per i disegni che hanno avuto la gentilezza di darmi. 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: